Gloria non consiglia di venire a vivere in UK per una serie di motivi

Puoi anche tu aggiungere la tua esperienza compilando il modulo in basso

2015
 
all’inizio ho alloggiato in un ostello, poco dopo tramite un amico ho trovato una stanza in casa in condivisione
 
all’inizio porta a porta poi tramite i siti dedicati
 
circa due mesi
 
qualifica di estetista ma ho lavorato in un’azienda agricola (serre e animali da allevamento)
 
Era buono, non come ora, ma buono
 
lavapiatti. Ora faccio l’operaia in una azienda di produzione di valvole idrauliche
 
Positiva all’inizio, ho migliorato l’inglese e visto cose nuove. Ora come ora la trovo inutile in quanto mi sembra di vivere per lavorare
 
No, purtroppo poca meritocrazia e nessuna assistenza sociale. Molta burocrazia, polizia inutile (ho subito due furti), e attenzione ai lavori sottopagati ce ne sono tanti che nessuno immaginerebbe. Qualità della vita molto bassa, stipendi che ti fanno arrivare a fine mese ma non si riesce mai a mettere da parte o per un motivo o per l’altro( malattia oppure licenziamenti da parte di agenzie)La maggior parte degli inglesi sono razzisti( non lo diranno mai) e sento di non essere la benvenuta
 
cercare una città dove gli affitti sono i più bassi e cercare lavoro gia prima di partire
 
[fluentform id=”9″]

Leave your vote

Comments

0 comments

4 risposte a “Gloria non consiglia di venire a vivere in UK per una serie di motivi”

  1. Tutti noi Italiani a Londra abbiamo opinioni diverse su questa città.. Ma ci ha dato tanto, prima di tutto un lavoro che il nostro Paese non mi HA dato.

  2. La differenza tra UK e Italia non e’ che l’Uk ti ha dato un lavoro.

    Nessuno ti regala niente.

    E’ che qui i lavori che toccano agli italiani i britannici non li vogliono.

    Presentati in Puglia a raccattare i pomodori e vedi che il lavoro lo trovi ugualmente.

    Sta leggenda che la GB ‘da’ il lavoro’ mi sta proprio sul di dietro…..

  3. “No, purtroppo poca meritocrazia e nessuna assistenza sociale. Molta burocrazia, polizia inutile (ho subito due furti), e attenzione ai lavori sottopagati ce ne sono tanti che nessuno immaginerebbe. Qualità della vita molto bassa, stipendi che ti fanno arrivare a fine mese ma non si riesce mai a mettere da parte o per un motivo o per l’altro( malattia oppure licenziamenti da parte di agenzie)La maggior parte degli inglesi sono razzisti( non lo diranno mai) e sento di non essere la benvenuta”

    Concordo con tutto, io sono qui da svariati anni e la penso uguale. E la maggior parte degli inglesi (non gli scozzesi, bravissimi e cordiali) sono razzisti e xenofobi di primo livello. Ma non gli si puo’ dire perche’ e’ chiaro che si vergognano di essere chiamati tali, non di esserlo, ovviamente.

    Non vedo l’ora di rimettere piede in un paese piu’ ospitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *