Dal 1 giugno possono riaprire i mercati e mercatini di Londra

Ci siamo, Londra sta riaprendo e tornando alla normalità. Dal 1 giugno riaprono anche i mercati e mercatini a londra e nel resto del paese, sia quelli normali di frutta e verdura che quelli delle pulci e dell’usato.

L’unico problema è che devono aver preso misure per assicurare i due metri di distanza per tutti, cosa un po’ difficile per certi mercati ma devono usare iniziativa per cercare di risolvere il problema e poter ufficialmente riaprire. 

Il mercato di Camden ritorna dal 2 giugno e introduce un sistema di via unica per limitare il numero di persone. I venditori dovranno rispettare norme di sicurezza e se possibile accettare solo pagamenti in carte di credito.

Il mercato di Borough è già aperto dalle 10 alle 17 per frutta e verdura ma non hanno annunciato quando apriranno le altre aree. Con l’arrivo dell’estate molti sono impazienti di ricominciare a girare per Londra provando nuovo street food.

Purtroppo chi ci legge dall’Italia dovrà ancora aspettare se non vuole farsi i 14 giorni di quarantena una volta sbarcati a Londra. 

 

In vendita le candele che profumano di pub e di cinema

Avete letto bene, arriva infatti una serie di candele profumate che hanno aroma diversi dal solito. Invece della lavanda o del limone potete scegliere tra cinema, pub e festival.

Per esempio la candela profumata di cinema è una fusione inebriante di popcorn, milkshake di banana e hot dog, con una ventata di pollo che qualcuno mangia in sala quando non dovrebbe. 

Mentre la candela profumata al pub ha l’aroma birra , pomata per capelli,grasso di scaglie e di teak verniciato e tappeto appiccicoso. Ma anche di sigarette e di snack da pub. Una vera meraviglia.

Il motivo di questa serie di candele profumate (che potete acquistare qui) è di far ricordare ai nostalgici i profumi dei locali ed eventi ora chiusi ma soprattutto di raccogliere soldi per i lavoratori di questi settori che si trovano senza lavoro.

Quando riapre Primark ci saranno saldi colossali

I negozi Primark sono chiusi da oltre un mese e quando riapriranno avranno un periodo di super saldi per vendere tutta la merce primaverile che doveva essere venduta ed è rimasta imprigionata nei negozi. 

Quando questo succederà non è per ora chiaro, il governo britannico ancora non ha un piano, ci sono solo voci. Per esempio si parla di riaprire ristoranti e pub verso ottobre-novembre e i negozi forse a giugno o luglio. Ma sono solo voci per ora e dovremo attendere le decisioni del governo e dei loro scienziati. 

La decisione di avere saldi alla riapertura non sarà solo di Primark, molti altri negozi, specialmente di abbigliamento,  avranno merce da smaltire e ci attende un periodo di grandi occasioni. Una magra consolazione per chi non ha potuto fare shopping da mesi. 

Sappiamo purtroppo che molte catene e negozi non saranno più in grado di riaprire, per non parlare dei tantissimi pub e ristoranti. Molti erano in difficoltà anche prima del coronavirus, altri campavano ma dover pagare affitti e tasse locali per mesi senza avere entrate significa la probabile rovina. 

Un’altra catena entra in amministrazione con perdita di posti di lavoro

Non una grande sorpresa che la crisi del coronavirus è probabilmente l’ultima goccia per Debenhams, una catena che era già in grosse difficoltà. Aveva infatti chiuso ultimamente 20 stores dopo essere stata salvata in extremis. 

Ora non sappiamo se Debenhams troverà qualcuno disposto a mettere altri investimenti, ma si tratta di una potenziale perdita di 20 mila posti di lavoro. Inoltre tutto questo capita in un brutto momento con altre catene che probabilmente non riapriranno o chiuderanno alcuni stores per sempre e quindi diventa difficile per chi perde il lavoro trovarne un altro. 

Debenhams ha una storia lunghissima, fu aperta nel 1778 all 44 Wigmore Street di Londra ma allora si chiamava Clark divenne Clark & Debenham quando nel 1813 William Debenham divenne socio. Ora ha 179 stores in UK, Irlanda e Danimarca con il negozio principale ad Oxford Street a Londra. 

 

Quando trovate aperti i supermercati e cosa potete comprare

I supermercati hanno nuove e regole per il periodo del coronavirus. Boris Johnson stesso ha detto di cercare di fare la spesa online, se possibile ma non è facile trovare una slot online e se proprio dovete andare al supermercato dovete sapere che regole hanno.

ASDA

Gli orari di apertura variano da supermercato a supermercato e dovrete controllare online ma limitano l’acquisto degli alimentari e prodotti per la pulizia a tre per cliente per articolo. Non potete toccare prodotti che non intendete comprare e siete invitati ad usare una contactless card e non contanti. Dovete anche mantenere le distanze di due metri e un numero limitato di persone potranno entrare alla volta. 

TESCO

Anche in questo caso gli orari variano da store a store ma molti hanno ridotto le ore di apertura visto che rimangono con poco da vendere e devono riempire gli scaffali. Dalle 9 alle 10 tutti i giorni danno la priorità al personale sanitario.

Tutti i clienti possono solo comprare 3 pezzi di ogni prodotto al massimo. 

SAINSBURY’S

Tutti i loro stores sono aperti dalle 8 alle 20 dal lunedi al sabato, mentre la domenica hanno un orario ridotto. Dalle 8 e 9 del lunedi, mercoledi e venerdi danno la precedenza ad anziani e disabili e a chi li assiste. 

Anche in questo caso hanno un limite di tre articoli per prodotto nei generi alimentari e di igiene personale. Bisogna rispettare le distanze e pagare con contactless card quando possibile. 

MORRISONS

Gli orari di apertura variano da store a store. Vogliono solo una persona per famiglia e solo un carrello. Dovrete seguire le istruzioni che si trovano nello store per mantenere le distanze. 

WAITROSE

Le ore variano da store a store e la prima ora ogni giorno è per anziani e disabili. Solo una persona per famiglia può entrare e il numero di persone ammesse viene limitato. Bisogna osservare i due metri di distanza. 

ICELAND

Questo supermercato apre un’ora prima dalle 8 alle 9 apposta per anziani e disabili.   Ci sono limiti su quanti articoli di ciascun tipo possono essere comprati. 

LIDL

Apre un’ora prima per anziani e disabili anche qui bisogna seguire le istruzioni per le distanze. 

ALDI 

Aperti solo dalle 8 alle 20 e meno alla domenica, la prima mezz’ora del giorno danno la precedenza a chi lavora per il sistema sanitario o nelle emergenze. Bisogna rispettare le dista