Buona notizia: Riaprono i Kew Gardens, ma dovrete prenotare online

Dal 1 giugno riaprono i famosi Kew Gardens di Londra, ma dovrete per forza prenotare un biglietto online e avrete un orario di entrata, anche se siete membri. 

Senza questi biglietti non vi faranno entrare. Per mantenere la distanza sociale, alcune attrazioni di Kew Gardens come le serre, la pagoda e le mostre saranno per ora chiuse. Potrete trovare cibo e bevande ma solo i pagamenti con carta di credito verranno accettati.

Inoltre per il momento potrete andare a Kew Gardens solo con persone che abitano con voi. 

[su_button url=”http://tidd.ly/5f3bd921″ style=”3d” background=”#377c25″ size=”5″ icon=”icon: star” text_shadow=”2px -8px -15px #000000″]Vendita biglietti[/su_button]

I Kew Gardens sono un sito di patrimonio universale UNESCO che si trovano su 132 ettari in riva al Tamigi. Il nome ufficiale è Royal Botanic Gardens.

Dal 1840 fanno parte del patrimonio nazionale.

Ci sono quasi 15 mila alberi di oltre 2000 specie diverse! Il più vecchio dovrebbe essere un castano piantato nel 1600. Cosa vedere ai Kew Gardens include chiaramente tanti alberi!

I Kew Gardens non solo solo un giardino da visitare, ma sono anche un organizzazione scientifica che si occupa di catalogare, studiare e conservare piante e i loro semi.  All’interno dei giardini si trova un edificio chiamato Herbarium che contiene oltre 6 milioni di piante secche!

Alcuni degli alberi giapponesi che si trovano vicino alla pagoda risalgono al giardino originale fatto costruire dalla principessa Augusta.

Il Grass Garden o giardino dell’erba ha quasi 600 tipi di erbe diverse.

Visitare i Kew Gardens: cosa vedere?

Potete anche trovare un pino corsico considerato l’albero più sfortunato di tutti i Kew Gardens. Infatti un piccolo aereo ci andò contro tanti anni fa, portandosi via la cima dell’albero. Da allora l’albero è stato colpito da fulmini ben tre volte. Con tutti gli alberi che ci sono attorno, vuol dire essere proprio sfortunati!

Le serre sono una delle cose da vedere ai Kew Gardens. La Waterlily House risale al 1852 e ospita ninfee e altre piante acquatiche, è l’ambiente più caldo dei giardini. Alcune delle piante ospitate sono ornamentali ma altre sono utili come il riso e il banano.

Quando si pensa se vale la pena visitare i Kew Gardens, non dimenticatevi che con il biglietto di ingresso potete anche visitare Kew Palace. Era una dimora della famiglia reale nel 1700, infatti il nome Palace si dovrebbe solo usare per una casa reale. La visita è interessante, effettivamente non era una casa molto grande per una famiglia reale, ma non era comunque la loro prima casa, solo una casetta di campagna.

Visitare i Kew Gardens Nella Palm House trovate invece tante piante rare, alcune si trovano praticamente ormai solo qui. Potete anche vedere le cicadofite che sono tra le piante più antiche sulla terra, sono praticamente fossili viventi.

Vicino al laghetto potete vedere due leoni di pietra del 1700 del periodo Ming, simili  a statue che si trovano nel giardino del palazzo Imperiale di Pechino.

Se decidete di visitare i Kew Gardens, non perdetevi il Woodland Garden,  specialmente in prima primavera e tardo inverno con tutti i diversi tipi di primule.

Per le piante mediche potete visitare il Nosegay Garden e trovate piante che da migliaia di anni sono usate per curare in diverse culture.

Cose che forse non sapete su Hyde Park

Il Queen Charlotte’s Cottage che si trova nel bosco di Kew Gardens fu fatto effettivamente costruire per la regina in questione come casa di campagna. Lo usò anche la regina Vittoria che lo regalò alla nazione alla fine del 1800.

La Temperate House, un’altra serra del 1800, era un edificio molto innovativo perchè ha lastre curve di vetro. Nel 2018 ha riaperto dopo diversi anni di restauri.

Storia dei Kew Gardens

I Kew Gardens furono creati inizialmente quando la madre di re Giorgio III, ovvero la principessa Augusta decise di creare un bel giardino intorno a Kew Palace.  Assunse l’architetto William Chambers che fece costruire la Orangery che si esiste tutt’ora, la pagoda e il laghetto. Ma i giardini esistevano anche prima, John Evelyn scrisse di aver visitato i giardini della famiglia Capel nel 1678.

William Chambers fece costruire diversi templi, tre sopravvivono: Arethusa, Bellona e Aelous. In parte i templi erano stati costruiti pkew gardenser permettere alla famiglia reale di sedersi all’aperto ma protetta dalle intemperie.

Nel 1731 il principe del Galles, Federico affittò il terreno dalla famiglia Capel, sappiamo quindi come sono finiti in mano della famiglia reale.

Il re Giorgio III era considerato il re matto e durante gli episodi della sua malattia mentale (qualunque cosa fosse, ancora non è chiaro) si fermava a Kew Palace per riprendersi.
Una volta qui vi si trovava anche la Richmond Lodge che era il posto preferito del re Giorgio II.

Come visitare i Kew Gardens?

I Kew Gardens sono aperti tutti i giorni dalle 10 del mattino fino alle 19 d’estate. Chiudono quindi prima d’inverno e quando ci sono concerti o altre iniziative. D’inverno sono a volte aperti anche alla sera in occasione dell’iniziativa Christmas at Kew. Il futuro di queste iniziative per quest’anno dipendono dalla situazione del coronavirus. 

Per arrivarci potrete prendere un autobus, la District Line per Richmond e scendere a Kew Gardens o il treno per Staines da Waterloo e scendere a Kew Bridge.

Anche nei momenti di punta i Kew Gardens non sono mai affollati,  se vi allontanate dall’area intorno ai gates, soprattutto Victoria Gate, troverete tanti angoli tranquilli.

 

 

[amazon bestseller=”kew gardens” items=”3″]

Porthcurno in Cornovaglia: un posto pieno di sorprese

Oggi andiamo fino in fondo in un posto chiamato Porthcurno in Cornovaglia che si trova a pochi chilometri da Land’s End, quindi non potete andare molto più a ovest di qui. Assolutamente consigliato se potete fare il lungo viaggio.  Da Land’s End o Penzance potete arrivare qui a piedi seguendo il percorso sopra le scogliere o prendere l’autobus.

porthcurno in cornovagliaIl motivo che ha reso un paesino piccolo come Porthcurno famoso è stato il fatto che qui terminavano i cavi del telegrafo che arrivano in Nord America e in India.

Il posto era stato scelto perché piccolo e in un punto di mare non molto frequentato da navi, che avrebbero potuto tagliare i cavi. Ora potete visitare il museo del telegrafo.

Foto: © Copyright Sarah Charlesworth and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Non dovete pensare però che Porthcurno in Cornovaglia sia di interesse solo agli appassionati di telecomunicazioni, le scogliere intorno sono considerate Area di eccezionale bellezza naturalistica o AONB. La spiaggia e le scogliere di questa zona sono considerate tra le 10 baie più belle al mondo.

La spiaggia è famosa per la sua sabbia bianca, oltre alla spiaggia normale si trova anche un’altra spiaggia chiamata Green Bay che può essere raggiunta solo durante la bassa marea. Un’altra  chiamata Pedn Vounder, che è, quando la marea lo permette, una delle poche spiagge per naturisti in Cornovaglia. Le maree qui sono piuttosto drammatiche e quindi fate attenzione.

Posto straordinario: Castlerigg Stone Circle al Lake District

PorthcurnoA circa 30 minuti di strada da Porthcurno a Treen, percorrendo un sentiero che era usato un tempo per cavalli e muli, arriverete a Logan Rock che è un enorme masso di 80 tonnellate che si trova in una posizione di equilibrio precario sopra la scogliera.

Una volta si poteva farla dondolare con un pochino di pressione, ma nel 1824 un gruppo di marinai britannici portarono il masso a terra. Gli abitanti del posto, arrabbiati dato che il Logan Rock era un’attrazione turistica pure allora, lo fecero rimettere. Purtroppo non dondolò più da allora.

Se siete a Porthcurno in Cornovaglia non potete non andare al The Minack Theatre, un teatro all’aperto in una posizione spettacolare.  Se non potete andarci guardate almeno questa webcam. Potete osservare come il tempo cambia velocemente da queste parti del mondo, siamo praticamente in mezzo all’Atlantico.

Visitare Porthcurno in Cornovaglia

Foto: © Copyright Mrs Blorenge and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Vista la posizione questo non è un posto che potete visitare in un weekend da Londra, ma farebbe parte di un giro più lungo della parte più occidentale della Cornovaglia. Di cose da vedere da queste parti ce ne sono proprio tanti…

Visita Beachy Head vicino a Eastbourne

Qui potete trovare biglietti economici del treno per arrivare fino al fondo della Cornovaglia.



Booking.com

View Larger Map

[amazon bestseller=”cornovaglia” items=”3″]

Vale la pena visitare la cattedrale di Durham?

Vale la pena visitare la cattedrale di Durham?

Sì, è un esempio unico di architettura romanica inglese.

Forse non vi aspettate una cattedrale in stile romanico nel Regno Unito. Invece a Durham trovate un magnifico esempio, ora anche sito patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

Lo stile romanico viene dai Normanni dopo l’invasione di Guglielmo il Conquistatore ed è considerato uno dei più belli esempi di architettura normanna in Inghilterra ancora esistenti.

Una delle cose più importanti della cattedrale di Durham è che i soffitti sono costruiti con volte a crociera che riusciva a tenere il tetto pesante. La cattedrale di Durham fu uno dei primi edifici in Europa ad averlo e sicuramente quello con il tetto più pesante.

Foto: © Copyright Andrew Tryon and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

La sede vescovile fu fondata nel 630 circa  con fondi e risorse provenienti da Lindisfarne ai tempi dei primi attacchi dei vichinghi. La cattedrale attuale fu costruita intorno al 1090 e anche se ci sono state molte ristrutturazioni e parti aggiunte, la struttura principale rimane essenzialmente quella normanna.

Scopri l’Inghilterra: The Shambles a York

Al suo interno si trova la tomba di Venerable Bede, che si trova nella Galilee Chapel costruita nel 1170,  monaco e il  primo storico dell’Inghilterra e i resti di San Cutberto, patrono del nord dell’Inghilterra e anche lui associato a Lindisfarne.

Questa cappella contiene affreschi del 1100.  Potete anche visitare il famoso Sanctuary Knocker che era dove i criminali medievali bussavano per avere rifugio nella cattedrale per 37 giorni. Dopo dovevano emigrare o consegnarsi alla legge.

cattedrale di DurhamLa torre centrale fu danneggiata da un fulmine nel 1429 e rifatta completamente nel 1470, le due torri frontali invece sono del 1220 circa.

Quando visitate la cattedrale cercate anche di salire sulla torre se avete voglia di fare 325 gradini. Le viste sono bellissime. Inoltre proprio a fianco e anch’esso patrimonio dell’umanità UNESCO si trova anche il castello di Durham, un altro posto decisamente da visitare.

Foto: © Copyright David P Howard and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Come arrivare alla cattedrale di Durham?

Ci vogliono circa 3 ore di treno per raggiungere Durham da Londra, il che rende l’idea della gita di un giorno poco fattibile, soprattutto per i costi del treno. È però una tappa importante se visitate il nord-est dell’Inghilterra.

Come visitare Nantwich nel Cheshire

Se non potete andarci potete vedere il video qui sotto per avere un’idea.  La cattedrale è ben visibile dalla linea ferroviaria da Londra-Edinburgo.




Booking.com

Cose che forse non sai su Piccadilly Circus a Londra

Piccadilly Circus a Londra fu creata nel 1819 da John Nash per connettere Regent’s Street a Piccadilly, la parola Circus qua significa cerchio e non circo come solitamente in inglese.

Il nome Piccadilly invece si riferisce a Piccadilly la via che originariamente era chiamata Pickadilly Hall perché vi abitava un certo Robert Baker, un sarto che faceva colletti che allora si chiamavano piccadills.

Quando Piccadilly Circus fu creato  la Shaftesbury Avenue non esisteva e fu aggiunta verso la fine del 1800 demolendo parte di quello che era   il London Pavilion Music Hall (ora Trocadero) quindi il circus che inizialmente era rotondo diventò diciamo più triangolare.

Alla fine degli anni ’80 anche la famosa fontana la Shaftesbury memorial fountain, costruita nel 1893, fu spostata dal centro del circus all’angolo sud ovest per permettere un migliore passaggio di traffico.  La statua che si trova in cima chiamato anche The Angel of Christian Charity non è Eros come comunemente creduto ma Anteros il figlio di Ares e Afrodite. Questa statua è stata la prima al mondo fatta in alluminio.

Foto: Some rights reserved by The Wolf

Fino a pochi decenni fa,  Piccadilly Circus non aveva una bella reputazione, essendo in un punto cruciale e vicino a Soho è stato infatti un punto di incontro per omosessuali quando l’omosessualità era ancora illegale, in seguito divenne un posto di incontro per prostituzione e spaccio di droga. Negli ultimi decenni è stato ripulito e ora è adatto anche alle famiglie.

 

All’inizio del 1900 tutti i palazzi di Piccadilly Circus erano coperti di insegne luminose, ora solo un palazzo quello all’angolo di Shaftesbury Avenue ha  insegne luminose (quella della Coca Cola esiste in forme diverse dal 1954) .

piccadilly circusLa stazione della metropolitana di Piccadilly Circus, prima per la Bakerloo Line e poi anche per la Piccadilly Line, aprì nel 1906. La stazione di Piccadilly Circus è una delle poche che non ha almeno una parte   in superficie, ma è interamente sottoterra.

Piccadilly Circus fu anche la sede del primo ristorante cinese in Europa: il Cathay aperto da un cuoco cinese di una nave che sposò una ragazza inglese nel 1908.  Edifici notevoli che si trovano ancora a Piccadilly Circus ora sono il London Pavillion che fu costruito nel 1859 come teatro per music-hall. Nel 1885 fu in parte demolito per creare la Shaftesbury Avenue e il nuovo London Pavillion riaprì nel 1885.

Cose che forse non sapete su Somerset House a Londra

Nel 1934 diventò un cinema fino al 1986 quando chiuse definitivamente e col tempo divenne un centro commerciale, ora fa parte del Trocadero Centre. Mentre il Criterion Theatre che si trova a Piccadilly Circus dal 1870 viene  ancora usato come teatro.

Foto: © Copyright Pam Brophy and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Il video sotto vi mostra i cambiamenti di Piccadilly Circus dal 1900 al 2009, mentre il viaggetto virtuale di sotto risale al luglio 2012 l’epoca delle Olimpiadi di Londra.


View Larger Map

 

 

L’incredibile cattedrale gotica di Wells in Somerset

Avrete sentito parlare della cattedrale di Wells, ma probabilmente non conoscete la sua storia.

Wells nel Somerset ha solo 10 mila abitanti eppure è ufficialmente una città. Il motivo per questa classificazione è la presenza della sua enorme cattedrale medievale.

La cattedrale, sede vescovile, è dedicata all’apostolo Sant’Andrea. Anche se non la più grande di tutte le magnifiche cattedrali medievali inglesi, è considerata da molti essere una delle più belle e per alcuni forse la prima cattedrale veramente gotica d’Europa.

La cattedrale fu fatta costruire dall’allora vescovo di Wells a partire dal 1175, da notare però che nel secolo seguente la sede vescovile si spostò diverse volte tra Wells, Bath e Glastonbury, per poi tornare a Wells per ordine del papa Innocente IV che decide che la sede vescovile si sarebbe chiamata Bath and Wells con sede a Wells.

Foto: © Copyright John Firth and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

 

Una cosa insolita della cattedrale di Wells se confrontata ad altre cattedrali inglesi è che ha un numero incredibile di statue, sia all’esterno che all’interno, forse anche di più del Duomo di Milano e altre cattedrali del continente. Molte di queste statue non sono religiose ma hanno temi secolari.

Gli archi che reggono la costruzione sono a forma di forbice, inizialmente c’erano solo archi tradizionali, ma una volta aggiunta la torre, la costruzione divenne instabile e furono aggiunti altri archi inversi creando così la forma di forbice. Appena entrate nella cattedrale vi rendete conto. Gli archi sono molto originali ed esteticamente piacevoli.

 

 

 

Come arrivare alla cattedrale di Wells?

Per arrivare a Wells da Londra dovrete prendere il treno per Bristol e poi l’autobus 376 che porta proprio vicino alla cattedrale. Anche se in teoria è possibile visitare Wells in un giorno da Londra ( sono tre ore di viaggio da Londra) il costo e il fatto che ci sono molte altre cose da visitare in zona significa che conviene sempre fermarsi almeno qualche giorno.

Potete anche visitare la cattedrale di Wells virtualmente con questo video

Visita il castello di Bamburgh nel Northumberland

Bamburgh è un posticino nel nord d’Inghilterra con meno di 500 anime, probabilmente non ci andrete mai di proposito ma se vi capita di fare un giro del Northumberland e dei suoi magnifici paesaggi e costiere, non potete non fermarvi qui e visitare il castello di Bamburgh.

Bamburgh infatti ospita l’omonimo castello  che alcuni ritengono essere il castello più bello di Inghilterra. Alcuni credono che fosse il castello di Lancillotto, comunque sia questo castello risale al 500.

Il castello di Bamburgh si trova su delle rocce vulcaniche a 45 metri sul livello del mare è ancora abitato dalla famiglia Armstrong, ma una parte è aperta al pubblico.  Il castello dalla spiaggia è anche molto suggestivo.

 

Se questo non bastasse Bamburgh  ospita anche un importante chiesa normanna che risale al 1100, qui potete vedere i mosaici di questa chiesa. Bramburgh ha anche una bella spiaggia, certo non per stare tutto il giorno sotto il sole ma più per chi ama esplorare, passeggiare e cercare conchiglie.

castleIl castello di Bamburgh dalla spiaggia © Copyright Barbara Carr and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

 

aidanLa chiesa di St Aidan

© Copyright N Chadwick and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

 

 

Come arrivare al castello di Bamburgh?

Per arrivarci potete prendere il treno per la Scozia (Edimburgo o Aberdeen) da King’s Cross, scendere a Berwick upon Tweed e poi prendere l’autobus Max 18 x per Newcastle e scendere a Lord Crewe Hotel a Bamburgh. Il castello di Bamburgh dista solo poche centinaia di metri.

Scopri l’Inghilterra: The Shambles a York

Non si ttratta chiaramente di una gita di un giorno da Londra, ma questa zona del Northumberland offre tantissime cose da vedere dalle scogliere spettacolari alla storia. Potete quindi passarci almeno qualche giorno e visitare questa parte affascinante dell’Inghilterra.

 


View Larger Map
 

 

I re e le regine che hanno abitato a Buckingham Palace

Buckingham Palace non è molto vecchio e solo negli ultimi 250 anni i re o le regine della Gran Bretagna ci hanno abitato.  Vediamo che hanno combinato quando ci vivevano.

Fu infatti comprato da Giorgio III, il re pazzo,  nel 1762. Il re fece parecchi cambiamenti al palazzo e aggiunse 4 librerie. Le sue stranezze si vedevano anche a palazzo, non permetteva a nessuno di sedersi nella stessa stanza dove lui o la moglie erano seduti.

 

Il figlio Giorgio IV era invece uno spendaccione e nonostante il parlamento cercasse sempre di bloccare i suoi piani riuscì a farsi dare i soldi (tanti!) usando uno stratagemma per costruire un arco di marmo all’entrata di Buckingham Palace. L’arco però era troppo stretto per far passare le carrozze e fu quindi rimosso e messo nel nord est di Hyde Park, ovvero a Marble Arch.

Foto: © Copyright GaryReggae and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Il figlio Gugliemo IV regnò solo 7 anni e nemmeno voleva vivere a Buckingham Palace, preferendo passare il suo tempo a Clarence House.

Guglielmo IV non buckingham palaceaveva eredi diretti e il trono passò alla regina Vittoria che regnò fino al 1901 segnando veramente una lunga era, che non a caso si chiama proprio era vittoriana. Fu la prima monarca a usare Buckingham Palace come residenza ufficiale, organizzando serate, intrattenimento e ricevimenti privati. Quando il suo adorato marito Albert morì, la regina trasformò il palazzo in una specie di museo, lasciando esattamente come si trovavano le stanze del marito.

Edoardo VII dovette aspettare tanto per avere il trono e quando divenne re aveva già 60 anni e regnò solo 9 anni. Il re odiava Buckingham Palace e appena morta la madre fece distruggere tante statue e altri oggetti. Organizzò una festa immensa per la sua incoronazione, purtroppo non potè parteciparvi a causa di un attacco di appendicite. Durante il suo regno tutti gli orologi di Buckingham Palace erano avanti di 30 minuti. Fece rimodernare molte parti del palazzo.

Al contrario Giorgio V era un re tranquillo. molto diverso dal padre, anche se ci era molto attaccato.Tanto tranquillo che fu considerato quasi noioso, infatti non si sentiva musica a palazzo come succedeva invece con i suoi predecessori.  Fu più o meno sempre malato dal 1915 quando cadde da cavallo e il fatto che fumava molto causò problemi respiratori, negli ultimi anni aveva l’ossigeno a Buckingham Palace. Nel 1931 ricevette Gandhi a Buckingham Palace.

 Il figlio maggiore Edoardo VIII ci stette veramente poco al trono infatti abdicò quasi subito per sposare una divorziata americana. Si dice anche che fu costretto a rinunciare al trono visto il fatto che era apertamente simpatizzante di Hitler.

Cose che forse non sapete su Buckingham Palace

Comunque fosse al trono ci salì il fratello Giorgio VI, timido e balbuziente non sembrava adatto a fare il re. Dovette anche affrontare la seconda guerra mondiale e i bombardamenti. Buckingham Palace fu bombardato ben 9 volte dai tedeschi.

La regina Elisabetta invece non voleva abitare a Buckingham Palace inizialmente, come Guglielmo IV avrebbe preferito vivere a Clarence House, ma Winston Churchill la convinse a viverci, per dare l’impressione di regalità e pompa che secondo lui i sudditi volevano dopo i sacrifici della Seconda Guerra Mondiale. Nel 1993 la regina aprì parte di Buckingham Palace al pubblico in estate per raccogliere i soldi per restaurare il castello di Windsor dopo l’incendio.

 

Sandwich in Kent, un posto storico e per gli amanti degli uccelli

Tra le tante mete turistiche in Inghilterra, raramente compare la cittadina di Sandwich nel Kent, eppure si merita una visita.

Prima di tutto si trova vicina a Londra ed è un’idea per una gita di un giorno ma avendo anche una bella riserva naturale non lontano potete tranquillamente passarci un weekend.

Sandwich è uno dei posti abitati più vecchi del Kent si trova tra Ramsgate e Deal e ha ancora le strade a ciotoli e case dal look decisamente medievale. Era uno dei Cinque Ports medievali, ovvero i cinque porti. Si trova sul fiume Stour che una volta era più largo e navigabile e quindi le navi potevano arrivare fino al centro della cittadina.

Foto: © Copyright Stephen Craven and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Qui vengono in molti  passare il weekend sia a guardare alle vetrine dei tanti negozi indipendenti, a fare foto per Instagram, a giocare a golf (Sandwich in Kent ha due ottimi campi da golf) o a guardare gli uccelli che popolano le riserve naturali che si trovano appena fuori Sandwich.

Per girare la Sandwich medievale potete scaricare questa cartina con tutti i punti importanti da vedere.

Se vi piacciono i fiori e le piante potete anche visitare i Salutation Gardens o chiamati anche il secret garden, sono giardini ora completamente ristrutturati e aperti al pubblico. I giardini erano parte del Salutation dell’architetto Sir Edwin Lutyens, un hotel fatto costruire nel 1912.

Recentemente a Sandwich in Kent è stata trovata un copia della Magna Carta che nessuno sapeva esistesse.  È probabile che in un futuro prossimo questo antico documento verrà messo in mostra al pubblico. Ma ora potete vedere il museo di Sandwich che ripercorre la sua storia dal 1200. Si chiama The Guildhall Museum.

Foto: © Copyright Ian Dalgliesh and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Per quanto riguarda gli uccelli Sandwich è considerata una dei posti migliori di tutta l’Inghilterra per vedere uccelli acquatici, potete anche visitare questo osservatorio.

Come arrivare a Sandwich in Kent da Londra?

Trovate i treni per Sandwich che passano da Ashford dalla stazione di St Pancras International. Ci mettono circa 90 minuti ad arrivarci. Se volete rimanere almeno una notte non mancano posti dove dormire e mangiare.



Booking.com

Visita il cantiere navale di Chatham nel Kent

Clarence House, la casa del principe C, sapete che potete visitarla?

D’estate molte dimore reali sono aperte al pubblico per un mese o due e tra queste abbiamo anche Clarence House, un edificio che in 200 anni di storia ha avuto molti usi diversi. Guarda quante persone reali ci hanno vissuto!

Costruita nel 1828 a The Mall  su progetti del famoso architetto John Nash era stata fatta per il William il Duca di Clarence che due anni dopo diventò re.

Buckingham Palace a quei tempi non era ancora finita la famiglia reale decise di vivere qui. In seguito divenne la casa della madre della regina Victoria e alla fine del 1800 la dimora ufficiale del Duca di Edimburgo, Principe Alfredo.

Visitate il Palazzo di Hampton Court

Dal 1900 al 1942 Clarence House fu invece usata dal terzogenito della regina Victoria il Duca di Connaught. Durante la Seconda Guerra Mondiale fu la sede principale britannica della Croce Rossa.

Foto: © Copyright David Hallam-Jones and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Dal 1947 Clarence House divenne la dimora ufficiale della principessa Elisabetta prima di andare al trono e qui nacque la principessa Anna. Nel 1953 ci andò a vivere la Queen Mother, ovvero la madre della regina  e ci rimase fino alla morte nel 2002.

Quando visitare Clarence House?

Dal 2004 è aperta al pubblico nei mesi estivi ed è la residenza ufficiale londinese di Carlo, il principe del Galles.

Cose che forse non sapete su Kensington Palace

Se volete visitarla potete comprare i biglietti qui per il periodo quando è aperta al pubblico. Se siete amanti o interessati alla famiglia reale non potete perdere questa occasione.

Clarence House si trova tra i due parchi reali: Green Park e St James’s Park ed è facile da raggiungere durante i vostri giri turistici del centro. Infatti trova anche a due passi dalla casa della mamma del principe Carlo, Buckingham Palace.

 
 

Dove trovare luoghi di Harry Potter a Londra?

Non stiamo cercando libri o commedie di Harry Potter a Londra in questo caso. Facciamo un giro panoramico per vedere luoghi a Londra che si trovano nei film di Harry Potter.

Tutti dovrebbero conoscere il famosissimo binario 9 3/4 che si trova alla stazione di Kings Cross. Difficile passarci accanto e non trovare almeno una persona che si sta facendo la foto facendo finta di correre contro il muro.

harry potter a londra
Cecil Court, considerato il luogo che ha ispirato Dragon Alley

Probabilmente saprete anche che Dragon Alley non è altro che Leadenhall Market nel film, anche se sembra che l’ispirazione vera di Dragon Alley è Cecil Court che si trova vicino a Charing Cross Road. I negozi del 1600, quasi tutti di libri antichi e altri oggetti misteriosi sembrano veramente usciti da un libro di Harry Potter.

Nel film Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, Dragon Alley si trova invece al Borough Market.

Foto: © Copyright Robert Lamb and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

I film di Harry Potter a Londra passano anche da St Pancras, dove Harry e Ron prendono la macchina per cercare di raggiungere la loro scuola, Piccadilly Circus e il Millennium Bridge. La scena sul bus magico nel Harry Potter e il Prigionero di Azkaban si svolge sul Lambeth Bridge.

Dove furono girati i film di Harry Potter a Londra

La banca di Gringotts non è altro che Australia House che si trova sullo Strand. Se avete visto i film dovreste riconoscere subito l’edificio. Il Ministry of Magic è invece Scotland House che si trova a Westminster tra Scotland Place e Scotland Yard. Sempre a Westminster si vedono anche scene nella stazione della metropolitana omonima.

 

Se andate allo zoo di Londra alla Reptile House, dove si trovano i serpenti, troverete una targa che ricorda il posto dove Harry scoprì di essere in grado di capire la lingua dei serpenti.

Esploriamo i quartieri di Whitechapel, Shoreditch, Stepney e Spitalfields

Potete anche passare da Islington, Claremont Square dove troverete il 12 Grimmauld Place che era la casa di Sirius Black in alcuni dei film.

Ovviamente se siete proprio appassionati potete andare a vedere gli studi di Harry Potter a Londra della Warner Bros. Si trovano a Watford, che non è lontana da Londra e ci arriva la metropolitana, ma si trova un po’ fuori mano per il turista che si ferma solo qualche giorno nel centro di Londra.

Foto: © Copyright Val Vannet and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Tutti i libri di Harry Potter in inglese